Un territorio fatto di storia

L’azienda agricola GIAVI, prende il nome da Francesco GIAVI che ai primi del ‘900 acquistò dalla famiglia Tezza la pregevole tenuta alle porte di Conegliano situata sulla parte terminale della collina di Monticella che domina e si affaccia sulla città stessa. Francesco Giavi, cadorino di Venas di Cadore (BL), risiedeva quasi stabilmente a New York, ove importava dall’Italia prodotti alimentari fra cui il vino. Nei periodi di soggiorno in Italia dava impulso alle attività agricole, sua grande passione, che tramandò con entusiasmo e grande attenzione. L’azienda ha avuto sviluppi importanti negli ultimi anni e dal 2015 la Famiglia Moschetta ne guida il suo corso.

I vigneti sono situati sulla collina di Monticella che domina la città di Conegliano, dove nel 1876 venne fondata la prima Scuola di Enologia in Italia.

Questa collina da secoli è fonte d’ispirazione: un corpo unico di 15 ettari dalla cui sommità il grande Pittore Cima da Conegliano nel 1500 traeva ispirazione per dipingere alcune sue celebri opere esposte nei maggiori musei di tutto il mondo. Fu proprio da questa collina che la sua capacità artistica ebbe la massima espressione: diede vita al celebre quadro di Sant’Elena esposto oggi alla National Gallery of Art di Washington DC.

Alle spalle della Santa si scorge il castello di Conegliano, a sinistra sullo sfondo quello di Susegana ed altri elementi rappresentativi della Città di Conegliano come ad esempio il ponte della Madonna, il fiume Monticano ed il centro storico.

 

Siamo portavoci e interpreti di un territorio unico, a metà strada fra le maestose Dolomiti e la laguna veneziana.

È da queste colline, a volte gentili più spesso aspre e ripide, e dal frutto dell’esperienza di generazioni di contadini che queste terre le hanno coltivate che nasce il vino spumante italiano più conosciuto e apprezzato.